Ander costruksciòn
Lo zen e l'arte di unire l'inutile al dilettevole

« Le buone notizie non vengono mai da sole | Home Page | E' cacca benedetta! »

04.05.03

Concerti del cuore: lista

Ha cominciato EmmeBi, Mantellini ha raccolto la palla al balzo. Lo faccio anch'io, rispolverando da un cassetto un albumetto di vecchi biglietti. In rigoroso ordine cronologico.

1) Peter Gabriel - Ferrara, 5 Luglio 1983
Showtime Tour, poco dopo la pubblicazione del doppio "Plays Live". Erano i tempi di Shock the monkey, qualche mese prima l'ex genesis aveva tentato il suicidio scagliandosi da una liana contro una spia sul palco dell'Ariston al festival di Sanremo.

2) The Police - Roma (Palaeur), 30 Gennaio 1984
Prima delle due date romane del synchronicity tour, ultimo per il terzetto anglosassone. Per fortuna nessuno mi aveva detto che stavano per sciogliersi.

3) David Gilmour - Londra (Hammersmith Odeon), 30 Aprile 1984
Tour del primo disco dopo lo scioglimento dei Pink Floyd, About face. Classe ed eleganza da vendere, e Comfortably numb e Run like hell ai bis. Pazzesco.

4) AC/DC - Nettuno (stadio del baseball), 5 Settembre 1984
La campana di Hell's Bells, i cannoni su For those about the rock, Angus Young con i pantaloncini corti... per fortuna certa gente non cambierà mai. Come gruppo spalla c'erano i Motley Crue.

5) Frank Zappa - Roma (Tenda 7Up), 15 Ottobre 1984
Quell'anno il duca delle prugne fece tre concerti consecutivi a Roma, ognuno di 2 ore e mezza, ognuno completamente diverso: la scaletta cambiava radicalmente da una sera all'altra. Peccato non averli visti tutti e tre.

6) U2 - Bologna (Tenda Parco Nord), 6 Febbraio 1985
Unforgettable Fire tour. Erano quasi dei pischelli, ma suonavano con un'energia unica.

7) Genesis - Roma (Stadio Flaminio), 17 Maggio 1987
Tour di Invisible Touch, supporter Paul Young. Palco da kolossal con impianto luci immenso, inevitabile lacrimuccia nostalgica sui classici delle loro origini.
Dieci giorni dopo, sempre al Flaminio, ci fu il concerto degli U2 (supporter: Pretenders). Dalle abitazioni limitrofe, centinaia di persone chiamarono i vigili del fuoco: le vibrazioni sembravano quelle di un terremoto.

8) Marillion - Bologna (Arena Rossini), Agosto 1985
L'arena era il cinema all'aperto di un dopolavoro ferroviario. Progressive Rock di forte impatto, molto prima dell'abbandono del cantante originale (Fish).

9) Big Country - Modena (Palasport), estate 1986
Gli U2 avevano fatto successo, i Simple Minds vendevano un botto di dischi, i Big Country non se li filava nessuno. Non ho mai capito perchè: erano una grande band. Il cantante, Stuart Adamson, si è suicidato l'anno scorso.

9) Van Halen - Roma (Palaghiaccio di Marino), 1 Aprile 1993
In assoluto uno dei concerti più divertenti che abbia mai visto. Va bè, non c'era David Lee Roth (al suo posto cantava Sammy Hagar), ma lo spettacolo era comunque notevole.

10) R.E.M. - Roma (Palaeur), 22 Febbraio 1995
Mi pare che fosse il tour di Automatic for the People. Per due volte, il gruppo elettrogeno non resse l'impatto sonoro della band, facendo saltare tutto. Stipe era incazzato nero. Supporter Grant Lee Buffalo, un terzetto i cui primi tre dischi andrebbero insegnati nelle scuole.

Ce ne sarebbero molti altri, ma questi sono i fondamentali. Aggiungo per la cronaca: Spandau Ballet (1986: il cantante durante lo show inciampò su un cavo e cadde rovinosamente a terra, un grande momento di comicità involontaria), Level 42 (Mark King, grande 'slapper', suonava il basso tenendolo praticamente all'altezza del collo), il Boss (l'ultima volta a Londra, tre anni fa, con la E-Street Band), e mi fermo che sennò non finisco più.
Il prossimo? Peter Gabriel, Growing Up tour. Al palasport di Ancona, tra una settimana esatta. Alè.

Iniettato da Marcello alle 03:24 | TrackBack
Commenti

REM '95 - tour di "Monster", Michael Stipe vestito a strati che si spogliava progressivamente sul palco, e durante una canzone ha pure fatto finta di suonare la chitarra, Mike Mills pareva il figlio illeggittimo di James Brown, con un completo verde orèndo...(ho un mucchio di foto, c'ero pure io!!!) :)

Iniettato da: giorgia at 05.05.03 23:11

Born in the USA tour - S.Siro 21/06/1985
Assolutamente spettacolare, 100.000 persone, quasi 4 ore di concerto, il Boss era in forma fantastica, uno dei suoi migliori concerti in assoluto! E il 28 giugno 2003 si replica a S.Siro!!! :-)

Iniettato da: Jungleland at 08.05.03 12:50

Ti ringrazio solo per aver citato gli immensi e assolutamente "underrated" BIG COUNTRY di Stuart Adamson (lo conobbi personalmente, 2 ore e mezzo nel suo pub a Dunfermline a parlare di musica, calcio e politica). A Modena c'ero anch'io e non dimenticherò mai la carica di Stuart, Mark, Tony e Bruce.
Grazie e un abbraccio.
Remo

Iniettato da: Remo at 23.12.03 12:26

u2.bologna 1985.grandioso concerto .non e' che hai qualche foto o conservi il biglietto dell' evento ? ciao

Iniettato da: maurizio at 05.01.04 21:11

u2 bologna 1985 v
big country modena v
the alarm al matis di bologna v
sono stati dei bei momenti
adesso pensiamo al referendum del 12-13 giugno e votiamo tutti SI.grazie.

Iniettato da: BoBo at 25.04.05 15:15


Creative Commons License
This weblog is licensed under a Creative Commons License.
Powered by
Movable Type 3.2