Ander costruksciòn
Lo zen e l'arte di unire l'inutile al dilettevole

30.08.03

Diaco c'è (o ci fa?)

diaco.jpgLa buona notizia è che dopo tre anni di tortura, Pierluigi Diaco non condurrà più il 3131. L'opera di demolizione della madre di tutti i talk show radiofonici, evidentemente, può considerarsi conclusa, con buona pace di coloro che tanti anni or sono pensarono di aprire i microfoni alla ggente attraverso le telefonate in diretta.
La cattiva notizia è che il finto ggiovane per eccellenza (25 anni dichiarati, ma ci tiene a sottolineare in ogni / nota / biografica che "Conduce e scrive programmi radio-televisivi dall'età di 16"), si trasferisce armi e bagagli alla corte di Emilio Carelli, per condurre un nuovo programma quotidiano sul canale all-news di Murdoch, SkyTG 24.
Diaco, frutto di un esperimento di eugenetica miseramente riuscito (uno scienziato ha tentato di mettere insieme il DNA di Giuliano Ferrara e quello di Claudio Cecchetto), sarà il protagonista del "rotocalco giornalistico di informazione, costume e società", il cui fantasioso titolo è "Diaco c'è", in onda tutti i giorni feriali, dalle 14.30 alle 16. Il programma fa parte di una precisa strategia di Sky per incrementare l'ARPU (Average Revenue per User), ovvero la spesa media di ciascun abbonato alla piattaforma. Alle formule di abbonamento attualmente in vigore, verrà infatti aggiunta un'option, la Pay Per Diaco, che permetterà di oscurare automaticamente la visione del sedicente giornalista-dj, nonchè fondatore dell'imperdibile Partito della Felicità. Personalmente, sarò ben felice di pagare il dazio.

Posted by Marcello at 15:52 | Comments (15) | TrackBack

29.08.03

Indiana Jones e la crociata contro Bush

ford.jpgHarrison Ford spara a zero sulla politica estera americana, sulla diffusione delle armi da fuoco, sulle leggi che ne permettono la detenzione e sull'industria cinematografica, i cui prodotti sono ormai solo "videogames per teenager".
Peccato che non sia tra i candidati per il ruolo di governatore della California: Indiana Jones contro Terminator sarebbe stato uno scontro epico.

Posted by Marcello at 03:06 | Comments (1) | TrackBack

28.08.03

Simpatia, cortesia e ampio parcheggio

smile.gifApprendo, dal numero odierno del quotidiano la Repubblica (versione cartacea, pagina 23, prima colonna a sinistra), che la festa nazionale dell'Unità che si inaugura oggi a Bologna sarà aperta a tutte le forze politiche, comprese quelle del centrodestra. A sottolineare lo spirito della kermesse è Gianni Cuperlo, il supergiovane dei diesse, responsabile comunicazione del partito, che chiosa con questa perla:

Pensate - dice Cuperlo tutto contento - quest'anno ci sarà anche una giornalista di Liberazione, che sarà accolta con tanta simpatia.

Me cojoni, che svolta. Dopo questa giusta operazione di distensione a sinistra, sono certo che il governo si dimetterà spontaneamente lasciando il posto agli uomini dell'ulivo.

Posted by Marcello at 12:29 | Comments (5) | TrackBack

26.08.03

Amnistia per gli asciugamani

holidayinn.jpgAvete mai rubato un asciugamano in albergo? Se lo avete fatto in uno qualsiasi degli hotel Holiday Inn, è giunto anche per voi il momento del perdono. A partire dal 28 Agosto, data del Towel Amnesty Day proclamato dalla catena di alberghi e motel, potrete finalmente dire addio al vostro senso di colpa, potrete esibire orgogliosamente il trofeo in pubblico, senza alcuna vergogna. Anzi, potrete addirittura raccontare, in cinquecento caratteri, storia e dettagli del furto: per ogni racconto raccolto, i responsabili della catena verseranno un dollaro in beneficenza.

Posted by Marcello at 00:30 | TrackBack

25.08.03

No, non sarà mai la BBC

rai.jpgIl presidente della BBC, Greg Dyke, ha annunciato che l'intero archivio del gigante reale delle telecomunicazioni verrà reso disponibile attraverso il web. La BBC vanta probabilmente la più grande library mondiale di trasmissioni televisive e radiofoniche, di documentari, di reportage, di programmi d'intrattenimento e seriali. Una sorta di Enceclopedia Galattica dello scibile umano, composta di prodotti, informazioni e programmi dalla qualità incomparabile, che presto potranno essere consultati liberamente e gratuitamente da chiunque.
Anche mammarai ha un suo archivio on line. Si tratta di un progetto ambizioso, nato con grande anticipo (nel 1997) rispetto a quello della BBC. Ma come spesso accade quando si ha a che fare con il grande elefante italiano, il risultato lascia alquanto a desiderare. Il sito declama la disponibilità di "più di 1000 documenti audio e video e di oltre 5000 foto". Ovvero un milionesimo di quanto prodotto e trasmesso dalla Rai dalla sua nascita ad oggi. Inoltre, le foto (rigorosamente in bassa risoluzione) sono rese inutilizzabili da un vistoso (e fastidioso) "watermark" stampigliato su tutta la superficie dell'immagine. La filosofia del servizio, in realtà, è un'altra: valorizzare l'archivio Rai non in termini di accessibilità da parte dell'utente, ma di vendibilità verso terzi. Alla faccia del servizio pubblico.

Posted by Marcello at 13:35 | Comments (1) | TrackBack

23.08.03

Un uomo, un voto, un taco

taco.jpgTempo di sondaggi, in vista del "recall" californiano. In Italia le indagini sul voto sono saldamente in mano a - diciamo così - grandi professionisti come il signor Luigi Crespi (presidente di HDC Group, fondatore di Datamedia, proprietario di Cirm, Directa e Centunesima, editore del sedicente primo quotidiano indipendente on line - il Nuovo - e amichetto fraterno del signor Berlusconi Silvio, noto cabarettista prestato alla politica). In America, è il mercato a farsi carico dei sondaggi elettorali. In vista del referendum per la sostituzione del governatore della California, la catena di fastfood tex-mex Taco Bell ha lanciato il proprio sondaggio, aperto a tutti i clienti. Funziona così: se volete votare per Arnold Schwarzenegger vi mangiate un "Beef Crunchy Taco; se volete salvare l'attuale governatore, Gray Davis, ripiegate sul "Chicken Soft Taco; se volete votare per uno degli altri 134 candidati (numero provvisorio, in rapida crescita), scegliete invece il "Grilled Stuft Burrito". I risultati del sondaggio saranno disponibili qui, a partire dalle prossime ore.

Posted by Marcello at 01:11 | TrackBack

22.08.03

Genocidio virtuale

Il mondo è sovrapopolato: oltre sei miliardi di anime, con un'elevata percentuale di stronzi. Almeno secondo quanto sostiene The kill everyone project, un simpatico sito che si propone di eliminare uno a uno tutti gli abitanti del pianeta. A colpi di mouse. Il genocidio - assolutamente virtuale - ai ritmi attuali dovrebbe concludersi nell'arco dei prossimi tre anni.

Update: A causa dell'inaspettato successo dell'iniziativa, il server che ospita il servizio è andato in tilt. Gli autori del sito sperano di poter tornare in linea entro una settimana.

Posted by Marcello at 02:00 | Comments (1) | TrackBack

20.08.03

Dall'alto in basso

head.jpgSul Corriere della Sera di oggi, c'è l'ennesimo articolo-inchiesta sui blog. Firmato da Paolo Di Stefano, il pezzo si caratterizza per un timido tentativo di analisi del fenomeno, peraltro privo di spunti originali: è chiaro che Di Stefano qualche blog se lo è letto, ma come di consueto in queste occasioni, superficialità e pregiudizio ne minano la credibilità e l'efficacia. Di Stefano parte bene, citando il libro della Mazzucato, per poi perdersi immediatamente in strafalcioni tipici di chi non ha capito una mazza, tipo definire blog sia GnuEconomy che Splinder, sia l'immancabile QuintoStato che Arubba (sic!), senza fare distinzioni tra piattaforme e contenuti. Segue l'immancabile citazione del chilometrico articolo di Tiziano Scarpa da Nazione Indiana, e via alla stura degli esempi necessari per suffragare una tesi banale e scontata: quella sull'inutile minimalismo dei bloggers, sulla presunzione dei loro autori, sino alla spettacolare chiusa del pezzo: una battutina riferita all'abuso di punti esclamativi e punti di sospensione ("L'estetica blog? Carramba, che originalità! E che potenza…"). Peccato, dal Corriere ci si poteva aspettare di meglio. E lo dico senza punti esclamativi, e senza punti di sospensione.

Posted by Marcello at 12:12 | Comments (3) | TrackBack

19.08.03

E' la cosa più orribile che abbia mai visto

euro.jpgQuesto me l'ero perso, per fortuna. Credo che stia lì già da qualche anno, probabilmente dall'avvento della moneta unica. E' il trionfo della banalità, dello squallore, della povertà di idee e del kitsch. Quindi merita di essere visto, conosciuto e possibilmente perpetrato, magari come monito per le prossime generazioni. E' Capitan Euro, il primo (e speriamo ultimo) supereroe del vecchio continente. Quasi quasi preferisco Capitan Findus.

Posted by Marcello at 01:54 | Comments (4) | TrackBack

Zombie simulator

zombie.jpgIn attesa di altri inevitabili sequel dei sequel dei sequel della Notte dei Morti Viventi (o magari di altri capolavori come The Incredibly Strange Creatures Who Stopped Living and Became Mixed-Up Zombies), gli appassionati di cadaveri ambulanti possono dilettarsi con questo simulatore scientifico di Zombie.
Un servizio meravigliosamente inutile, che permette di assistere al propagarsi dell'infezione in uno spazio urbano. Nella tradizione dei migliori horror movie dedicati ai morti che camminano, potremo vedere come nell'arco di poche ore (accelerate a pochi minuti con questo simulatore) l'intera popolazione dell'urbe viene trasformata nell'orrida orda di cadaveri antropofagi. Con un po' di fantasia, ovviamente...

Posted by Marcello at 01:07 | TrackBack

17.08.03

Governatore anche tu!

angelyne.jpgLasciate perdere Schwarzy: alle prossime elezioni californiane, puntate tutto su Angelyne, la ragazza-poster, la barbie di L.A. Una sorta di genio del marketing, protagonista di una delle campagne di autopromozione di maggior successo nella storia: da anni, acquista cartelloni, megaposter e spazi per murales da riempire con la sua effige, deliziando gli automobilisti della California. Se la ex-fanciulla (età indefinibile) non dovesse proprio fare al vostro caso, potete ripiegare su Larry Flynt, paladino delle libertà di stampa, o al limite sul sedicente "miglior scrittore vivente del mondo", il blogger Neal Pollack (che, per la cronaca, non risulta ancora nell'elenco ufficiale dei candidati - più di duecento al momento - rilasciato dal governo federale americano).
Ma c'è anche un'altra possibilità: se nessuno dei candidati vi aggrada, e per caso siete cittadini californiani, potete gettarvi nella mischia della più delirante competizione elettorale del mondo. Candidarsi al ruolo di governatore della California è facile: bastano una sessantina di firme e 3.500 dollari per le spese di istruzione della pratica. Se vi interessa, è tutto spiegato qui. Ne vale la pena: spendere 3.500 dollari per togliersi la soddisfazione di confrontarsi in un pubblico dibattito con Terminator sarà una goduria...

Posted by Marcello at 03:10 | Comments (1) | TrackBack

14.08.03

Cybercesso

cesso.jpgIl coperchio si alza e si abbassa automaticamente, con un moto lento e rassicurante. Sedetevi e fate quello che dovete. Al termine dell'evacuazione, basterà premere un tasto sul pannello di controllo, ed un condotto telescopico condurrà l'acqua - ovviamnete tiepida - ad irrorare le vostre parti intime. Un'altro tasto, ed un gentile soffio di aria calda tergerà le vostre terga.
Segnalato da questo articolo di Wired, ecco l'arma finale con cui l'industria giapponese cercherà di invadere gli Stati Uniti.
C'è anche un video dimostrativo, che fa venir voglia di comprarselo subito. Il bidet, eventualmente, si potrà riciclare come vaso da fiori.

Posted by Marcello at 01:59 | TrackBack

Chiariamo una cosa...

santapicc.jpgBabbo Natale non andrà a Riccione a ferragosto. Mi spiego meglio: visto che già quattro persone hanno preso sul serio questo post, scrivendomi per sapere dove si svolgerà il flash mob in oggetto, credo sia il caso di sottilineare che era solo una battuta. Se poi qualcuno vuole veramente andare a Riccione il 15 indossando un costume da Babbo Natale (qui ritratto durante una battuta di caccia alla renna sulla battigia della nota loacalità romagnola), beh... già che ci siete mandatemi una cartolina.

Posted by Marcello at 01:42 | TrackBack

Calcoloogle

calc_img.gifGoogle ha aggiunto nuove funzioni al suo motore di ricerca. In particolare, ora è possibile chiedergli di fare calcoli, dai più semplici ai più complessi, o convertire unità di misura differenti. E' sufficente inserire nella sua finestrella la richiesta, la conversione da effettuare (in inglese - niente italiano attualmente), ad esempio "12 inches in centimeters", o il calcolo da effettuare, e lui risponde in un secondo secco. Le istruzioni sono qui. Manca, per il momento, la possibilità di fare conversioni di valuta, ma immagino che ci stiano già pensando. Ho anche provato a chiedergli di convertire il mio iBook G3 600 in un PowerBook G4 nuovo, ma pare che anche questa funzione non sia ancora stata implementata. Sigh.

Posted by Marcello at 01:04 | TrackBack

12.08.03

Esperimento del cazzo

pacco.jpgAvete presente quegli spammer che vi riempiono di mail dedicate alle miracolose "Penis Enlargement Pills", le pillole che possono aumentare le dimensioni del pene fino a 6 centimetri? Ebbene, il quarto segreto di Fatima sta per essere rivelato: finalmente sapremo se questi pillolozzi funzionano o se sono la solita sola per gonzi. Il tutto grazie ad un anonimo Newyorkese, che sul suo blog racconterà, giorno per giorno, il risultato dell'esperimento al quale ha deciso di sottoporsi come cavia: una cura per l'ingrandimento del pene a base di queste pillole. La cura durerà quattro mesi, ma i primi risultati, stando a quanto promesso dal produttore dell'intruglio miracoloso, dovrebbero essere visibili già dalla fine del secondo mese. Attendiamo con ansia (anche perchè continuare ad imbottirsi le mutande di cotone, con questo caldo, sta diventando un problema).

Posted by Marcello at 16:29 | Comments (3) | TrackBack

Occhio al vermicello

worm.jpgAvviso agli utilizzatori di Windows XP il cui computer fa le bizze: se ad intervalli più o meno regolari il vostro sistema operativo decide che il PC deve essere riavviato a causa di un errore, dandovi solo 60 secondi di tempo per salvare quello che stavate facendo prima di dare il via all'autodistruzione (manco fossimo sull'Enterprise), ci sono ottime probabilità che la causa sia un simpatico virus, in rapida diffusione nelle ultime ore. I suoi nomi in codice sono W32.Blaster e W32/LuvSan, maggiori dettagli (in inglese) sui danni che sta provocando li trovate qui.
Per eliminare il bastardo, avviate il computer in modalità provvisoria, lanciate con Start > Esegui il programma Regedit e cercate la voce "MSBlast.exe". La troverete tra le chiavi dei programmi che si avviano automaticamente al caricamento del sistema. Cancellatela allegramente, riavviate il computer e, prima di ogni altra cosa, scaricatevi e installate questa ennesima pezza che zio Bill ha gentilmente messo a disposizione per evitare che il virus sfrutti uno dei tanti buchi di sicurezza di windows per propagarsi. Dopodichè aggiornate il vostro antivirus e fate uno scan completo del disco per eliminare i cadaveri. La pericolosità di questo vermicello è data dal fatto che, anzichè sfruttare la posta elettronica, il virus si propaga direttamente con la connessione ad internet, eseguendo un exploit su windows. In pratica, quando vi collegate alla rete, se non avete applicato la patch di sicurezza, siete a rischio di contagio. Naturalmente ci sarebbero altri sistema per evitare questi rischi: buttare il PC e comprare un Apple, tanto per fare un esempio.

Posted by Marcello at 15:31 | Comments (8) | TrackBack

11.08.03

Autodocumentario

miles.jpgChe in giro ci fosse una discreta quantità di appassionati di genealogia et similia, lo sapevo da tempo. Questo tizio, va molto oltre. La documentazione che ha raccolto e pubblicato sul suo sito, oltre a riguardare (marginalmente) i suoi antenati, è incentrata sulla sua vita. In quello che definisce un "autodocumentario", Miles Hochstein ha messo in rete un'impressionante quantità di immagini, dati, note autobiografiche di ogni anno della sua vita, dalla nascita nel 1959 ad oggi. Ottimisticamente, lo spazio per le foto arriva al 2049. E qui sorge spontaneo il dubbio: riuscirà ad arrivare ai 90 anni di vita?

Posted by Marcello at 00:39 | TrackBack

10.08.03

Prima e dopo la cura

bikini.jpgC'è questa galleria di immagini di un illustratore americano che mostra tutti i vantaggi del lifting digitale. Decisamente più economico di qualsiasi intervento di chirurgia estetica, garantisce risultati duraturi, per quanto virtuali, di sorprendente efficacia. Oltre naturalmente ad "aprire il dibattito" sulle potenzialità del fotoritocco, qui alla sua massima espressione (addirittura superiore in qualità a quello dei photo editor di Panorama).
Per chi vuole cimentarsi nella nobile arte del fotoritocco, senza doversi studiare l'uso e l'abuso di Photoshop, si consiglia una visitina qui.

Posted by Marcello at 23:48 | TrackBack

07.08.03

Amen

prayer1.jpg
Il 5 Agosto l'editore di Hustler, l'americano Larry Flynt, ha invitato i suoi lettori ad un giorno di preghiera. No, non vi preoccupate: il paladino di tante battaglie a tutela del primo emendamento non si è rincoglionito. Basta vedere qual'era l'oggetto della preghiera, e il tono dell'invocazione. Flynt ha invitato i suoi a pregare per la morte di Bill O'Reilly, sicuramente il più reazionario tra i commentatori televisivi americani. Vale la pena leggere qualche passo del testo dell'invocazione:

Caro (Dio/Allah/Buddha/o altre entità a vostra scelta), Ti chiediamo di affliggere Bill O'Reilly con un aneurisma che lo porti ad una morte lenta e dolorosa. O, Signore, possano i suoi vasi sanguigni espandersi sino a far esplodere la sua testa senza pietà. Possa giacere in agonia sul pavimento del suo ufficio alla Fox giusto dopo aver registrato The O'Reilly Factor. O, Signore, possa egli raggiungere il telefono per chiamere il 911 e sbagliare numero. Possa egli disperatamente annaspare e ricordarsi di tutti quelli ai quali ha urlato senza pietà. Possa agonizzare a lungo, contemplando la sua vita sensa senso. O, Signore, possa perdere il controllo delle sue viscere, affinché l'ultima sensazione di calore della sua vita sia la sua stessa merda. Ti imploriamo sinceramente e umilmente.
Amen.

Posted by Marcello at 01:55 | Comments (6) | TrackBack

05.08.03

Fumare è fico

smoking1.gifC'è questo sito che vende un set di venti adesivi (clicca qui per vedere i migliori) da appiccicare ai pacchetti di sigarette, per coprire quegli slogan da menagramo imposti dall'UE. Apprendo dalla BBC che c'è anche qualcuno che si è risentito per l'ironica iniziativa. E mi domando se i signori in questione possano essere d'accordo con me sull'esigenza di estendere l'obbligo di apporre talloncini minacciosi anche su altri potenziali elementi di pericolo tipici della nostra società. Ad esempio, non vedrei male una targhetta che reciti "La velocità uccide" da apporre obbligatoriamente sugli autoveicoli in grado di superare i limiti di velocità medi in vigore nei paesi dell'Unione. O magari un adesivo con scritto "L'Alcol fa venire la cirrosi epatica" da piazzare sulle bottiglie di alcolici. O anche uno che reciti "Provoca immensi giramenti di palle" su certi corsivi del Foglio.

Posted by Marcello at 00:51 | Comments (1) | TrackBack

02.08.03

Identikit

Il Comando Centrale delle Forze Armate US ha pubblicato queste possibili ricostruzioni del volto di Saddam Hussein, truccato in varie guise per sfuggire alla cattura. Questo blog, per contribuire ad una rapida identificazione dell'ex dittatore, offre agli amici americani questi altri identikit di Saddam, nella speranza che qualcuno possa riconoscerlo e comunicarne la posizione ai marines. Per la taglia, facciamo fifty-fifty.

Posted by Marcello at 17:48 | Comments (2) | TrackBack

01.08.03

Due brutte notizie

brokenleg.jpg
  • Nell'incontro con la stampa che precede la pausa estiva dei lavori parlamentari, il presidente del consiglio Silvio B. ha dichiarato che:
    - il governo ha rispettato e rispetterà gli impegni presi con gli elettori (suona un po' come una minaccia)
    - alle questioni poste dal numero dell'Economist attualmente in edicola risponderanno gli avvocati del premier (lui evidentemente non è in grado)
  • questo blog non andrà in vacanza. Continuerò a postare stronzate assortite per tutto il mese di agosto, visto che trascorrerò le prossime settimane spalmato sul divano con dodici chili di gesso alla gamba sinistra. Si ringrazia la signorina P.L. di Roma per avermi urtato con la sua automobilina mentre ero in vespa, cagionandomi la frattura del piatto tibiale e del perone. Prognosi: 45 giorni circa salvo complicazioni.
Posted by Marcello at 17:52 | Comments (7) | TrackBack