Ander costruksciòn
Lo zen e l'arte di unire l'inutile al dilettevole

« Lettera al presidente | Home Page | Meglio del postalmarket »

30.06.03

La sugna sui tasti

keyboard.jpgSalvetevi, finchè siete in tempo. Non fate quello che ho fatto io. Giuro, non ne vale la pena. Non è il caso, non è giusto, non è bello. Si, capisco che alla lunga quei depositi organici che scuriscono il candore dei tasti possano anche fare un po' schifo. Ma che non vi passi nenache per l'anticamera del cervello di mettervi a smontare la tastiera per pulirla. Dentro a quell'oggetto, sotto i tasti, tra le fessure e le molle, c'è la prova del continuo disfacimento del vostro corpo: cenere, polvere, forfora, frammenti di epidermide, capelli, unghie e tonnellate di altre schifezze, accumulate in anni di clicckete clickkete. Ma questo è il meno: una passata di aspirapolvere, una sgrullatina e una mezza litrata di disinfettante e il problema si risolve. Il peggio deve ancora arrivare. Sto parlando del momento in cui vi renderete conto che sotto ognuno di quei tastini c'è un gommino. E che per rimontare la tastiera, dovrete riposizionare esattamente ciascun gommino nella sua sede. Centocinque tasti, centocinque gommini. Peggio di un puzzle di Escher. No, non ne vale la pena. Una tastiera costa quindici euro. Quando è sporca, via: buttare, eliminare, sostituire. Non pulire la tua tastiera, compratene un'altra. Anche così si aiuta l'economia del paese.

Iniettato da Marcello alle 01:43 | TrackBack
Commenti

Ma di che paese, ... ti risulta che produciamo tastiere?

Posted by: max at 01.07.03 15:38

Dalla vendita di una tastiera ci guadagnano:
- Il negozio in cui vado a comprarla
- Il camionista che la trasporta al negozio
- Il distributore nazionale che la importa
- Il mediatore tra il produttore taiwanese e il distributore nazionale
- L'azienda di trasporto pubblico urbano (al negozio ci vado in autobus)
- Il negozio dove ho comprato le scarpe con cui sono andato a comprare la tastiera (non pretenderai mica che ci vada sclazo?)
- Il camionista che ha trasportato le scarpe al negozio
- Il produttore di lacci e lacciuoli

...e così via. Lo vedi che anche comprando una tastiera aiuti l'economia? Poi esci dal negozio e ti ringraziano tutti, come nello spot dell'UPA.

Posted by: Marcello at 01.07.03 16:09

Post a comment

Grazie per esserti registrato, . Ora puoi commentare. (sign out)

(Se non hai mai lasciato un commento da queste parti, il tuo primo intervento dovrà essere approvato dal tenutario del blog prima di apparire. Fino ad allora, cerca di avere pazienza.)


Devo ricordarmi di te?