Ander costruksciòn
Lo zen e l'arte di unire l'inutile al dilettevole

« 2050: Totti contro Terminator | Home Page | Chi le spara più grosse? »

28.05.03

Quanto pesa un chilo?

kilo1.jpgDeflazione, recessione, crisi globale: siamo nella merda. Persino il kilo ha perso qualcosa. Cinquanta microgrammi, più o meno il peso di un grano di sale. Ma andate a moltplicare questo deficit su ogni possibile misurazione di massa, e vi renderete conto del problema. Se un chilo pesa un'anticchia meno di un chilo, quanto oro manca all'appello nelle casse della Federal Reserve americana? Quanta insalata in meno vi danno al mercato? Quanto fumo vi frega il vostro pusher? Ok, proviamo a spiegare tutto dall'inizio.

C'è questo articolo del New York Times (registrazione gratuita) che descrive l'origine del problema. Prima della fine dell'800, il chilo era definito grossolanamente come la massa di un litro d'acqua. Qui già ci sarebbe da chiedersi come si definisse un litro, ma se cominciamo a porci queste domande rischiamo di divagare e non capirci più un cazzo. Insomma, visto che il litro d'acqua era un valore difficilmente misurabile con sufficente precisione, nel 1875 viene fondato un comitato internazionale a cui viene demandato l'arduo compito di trovare una soluzione. Si tratta del BIPM (Bureau International des Poids et Mesures), con sede a pochi chilometri da Parigi, presso il Pavillon de Breteuil. In una cassaforte di questo edificio è conservato il prototipo del chilo, l'unità di riferimento originale che, dal 1880, indica con precisione assoluta (in base alle convenzioni) quanto pesa un chilo. E' un innocuo un cilindretto metallico, realizzato in una lega composta al 90% di platino e al 10% di iridio. Questo oggettino, di cui esistono varie repliche, è il chilo primordiale, il dio della massa, il vero e unico chilo puro su cui si basano tutti i sistemi di misurazione del peso di un corpo fisico. Se ne sta tranquillo e indisturbato in una cassaforte, sotto una doppia campana di vetro, sottovuoto. E una volta all'anno, in un cerimoniale mistico, viene tirato fuori da una triade di scienziati per essere venerato, soppesato e misurato.
La fregatura è che negli ultimi controlli gli scienziati si sono resi conto che il chilo sta degradando. Ha perso peso, è sciupato. Ha bisogno di un sostituto in grado di durare nel tempo senza alterazioni. Problema non da poco.

La soluzione, secondo un team di studiosi tedeschi, dovrebbe essere quella di realizzare uno sferoide di cristalli di silicio. Conoscendo le caratteristiche atomiche del silicio e le dimensioni degli atomi che lo compongono, la distanza che separa un atomo dall'altro e la dimensione esatta della sfera, si può facilmente (dicono loro) calcolare quanti atomi compongono l'oggetto. Questo numero corrisponderebbe dunque al nuovo chilo, scientificamente misurabile con precisione assoluta, fisso e immutabile nei secoli dei secoli. Amen.

Iniettato da Marcello alle 01:55 | TrackBack


Creative Commons License
This weblog is licensed under a Creative Commons License.
Powered by
Movable Type 3.2